Aprire la porta e lasciare l’esterno irrompere all’interno. Poiché la natura si invita in luoghi dove non è aspettata, può apparire ovunque – appesa, appollaiata, posta al muro, al suolo, a tavola… Qui, proprio accanto a sé. La natura dell’oggetto Ibride è selvaggia. Si guarda, si osserva, aspetta che ci si rifletta dentro e, una volta adottato, riecheggia con lo spazio e i suoi occupanti. L’oggetto Ibride sconcerta, è singolare e duale, una curiosa combinazione di attrazione e turbamento, denuncia l’ordinario, risveglia l’inanimato.

Sfoglia i cataloghi: